La Promozione

LA PROMOZIONE

Nel concetto di Latina da scoprire come progetto dinamico è importante che lo stesso non venga visto come conclusosi nel momento della stampa della Guida, ma che anzi, in questo momento, veda l’inizio per la sua diffusione nel territorio.

Questa diffusione e promozione deve avere almeno quattro canali, per i quali saranno ovviamente necessarie strategie specifiche:

- Istituzioni
- Addetti ai lavori
- Pubblico
- Associazioni

Ciò implica prima di tutto che Latina da scoprire sia anche una sorta di Società di servizi in grado di offrire una costante presenza sul territorio volta alla sua valorizzazione e pronta a offrire dei servizi anche a livello organizzativo, per i quali un primo elenco potrebbe essere:

Eventi
Convegni
Manifestazioni
Rapporti coi Produttori
Corsi di aggiornamento
Workshop e Seminari
Settimane a tema
Punto Vendita e Promozione

EVENTI, CONVEGNI, MANIFESTAZIONI.
Questi momenti sono fondamentali per la penetrazione del logo e dell’idea di Latina da scoprire, in quanto racchiudono in sé in un unico contesto i rapporti con Istituzioni, Aziende, Pubblico.

Eventi e Manifestazioni. Il Consorzio di Latina da scoprire curerà l’organizzazione di eventi sia in ambito provinciale che non. Tali eventi, se nel caso organizzati in collaborazione con altre Associazioni culturali, saranno una vetrina periodica della migliore produzione, organizzati, ad esempio, in forma di mostre mercato.

Convegni. I convegni, aperti sia al pubblico che agli addetti ai lavori, avranno una valenza più politica e culturale e si caratterizzeranno come occasioni di riflessione e valutazione sulle problematiche del settore, anche a livello nazionale. Gli stessi potranno anche assumere forma di seminario, conferenza, incontro.

RAPPORTI CON ISTITUZIONI E ASSOCIAZIONI. Il rapporto con le Istituzioni locali (ma non solo) appare fondamentale non tanto in relazione alla disponibilità di fondi e finanziamenti, ma in funzione del fatto che le Istituzioni sentano la Guida come elemento di riferimento per il territorio della Provincia.

In questo senso si collocano anche i rapporti di collaborazione con le Associazioni culturali e di settore presenti sul territorio.
Un elenco non esaustivo delle realtà con cui Latina da scoprire sarà chiamata a interfacciarsi potrebbe essere:

- Regione Lazio, Provincia di Latina, Camera di Commercio, Comuni della Provincia,
- Parco del Circeo, Parco della Riviera d’Ulisse, Compagnia dei Lepini, ComunitàMontane, Enti di promozione turistica, GAL (se presenti), Consorzi della Strada del Vino e/o dell’Olio (se presenti)
- Confindustria, Confcommercio e Confesercenti,
- Coldiretti, CIA, Confagricoltura
- Slow Food, Ais, Fisar, Onav, Filc e altre associazioni cuochi, Araf, Vigne del Lazio

Il logo Latina da scoprire dovrà essere una sorta di ombrello omnicomprensivo che permetterà di identificare la Provincia di Latina nella sue partecipazioni a fiere, mostre eventi nel settore enogastronomico e turistico, come BIT, Vinitaly, Salone del Gusto, sia in Italia che, anche e soprattutto, all’estero.


RAPPORTI CON LE AZIENDE.

- Corsi di aggiornamento e formazione. Questi corsi, senza sostituirsi a quelli di natura professionale, offriranno elementi di conoscenza e integrazione, in cui le tematiche trattate potranno andare dalle tecniche di degustazione specifiche al servizio del vino, dalla conoscenza di normative e legislazione nei settori a quella dei piatti, delle ricette tipiche e dei prodotti del territorio.
- Workshop. Sarà opportuno che i Produttori vengano periodicamente riuniti per valutare insieme, e sotto la guida di esperti, i livelli raggiunti nel proprio settore. Ad esempio, nel settore vinicolo, in occasione della disponibilità dei vini delle nuove annate, gli stessi potranno essere degustati, in forma anonima, dai Produttori in una sessione comune, che permetterà di definire lo stato dell’arte a livello provinciale.

RAPPORTI CON IL PUBBLICO.In aggiunta a quanto già descritto e in cui è comunque importante una presenza del pubblico (eventi, manifestazioni, convegni…) si possono configurare ulteriori momenti specifici come:

- Settimane a tema, sia per la ristorazione che per la produzione: per la prima si potranno sviluppare menu articolati intorno a materie prime specifiche, piatti della tradizione, usi alimentari di specifici periodi dell’anno; per la seconda sarà la stagionalità a suggerire iniziative e cadenze, dalla settimana del vino novello a quella dell’olio nuovo, da quella delle primizie a quella del maiale.

- Punto vendita e/o informazioni. Sulla falsariga dell’Enoteca Regionale del Lazio e delle nascenti Enoteche Provinciali, una location fisica in cui trovare concentrati e disponibili per l’acquisto tutti, o buona parte dei prodotti delle aziende selezionate da Latina da scoprire sarebbe, oltre che un servizio di grande utilità per il turista, un ulteriore segnale della centralità e valenza del progetto

.
Naturalmente un simile punto di riferimento svolgerebbe anche funzione di puntoinformazioni, e di diffusione della Guida e degli altri materiali realizzati.